Brugmansia: moltiplicazione per talea in inverno. Ecco come ho fatto.

Ecco come sto facendo per moltiplicare la mia Brugmansia per Talea.
Qualche settimana fa, mentre la mia brugmansia (quella che vedi in foto) era in un leggero riposo vegetativo riparata nella parte più calda del mio terrazzo, ho approfittato di un rametto che si era spezzato per farne una talea.

Talea di Brugmansia: un metodo molto efficace di moltiplicazione

La brugmansia ama molto la moltiplicazione per Talea in quanto riesce molto facilmente a generare radici.
Ci sono due modi per fare la Talea di Brugmansia:

  • Il primo è di tagliare il ramo e di metterlo direttamente in un terreno molto umido ma ben drenato.
  • Il secondo è di immergere il ramo in acqua e successivamente trapiantarlo in ramo.

Io ho seguito il secondo metodo, ovvero immergere il ramo in un bicchiere piuttosto alto e attendere che si formassero le radici.

Premetto che per me è stato molto di aiuto consultarmi con la community  “Giardinaggio e Orto sul Terrazzo” e per questo motivo consiglio di iscriverti.

Brugmansia: Talea in acqua.

Talea in acqua di Brugmansia
Per prima cosa, ho rispettato queste condizioni:
  • Effettuazione dell’operazione in casa.
  • Effettuazione dell’operazione su un ripiano di marmo sopra un termosifone
  • Effettuazione dell’operazione in un ambiente caldo di giorno +20° Centigradi e confortevole per le piante di notte (+16° a riscaldamento spento)
Nel momento in cui ho recuperato il ramo spezzato, l’ho tagliato subito sotto un nodo.
Dopo una settimana sono spuntati i germi delle radici che hanno iniziato a crescere molto lentamente dopo dieci giorni.
Inizialmente è iniziata una sofferenza del ramo che ha iniziato a seccare: io però, seguendo i consigli di una mia vecchia nonna, non ho fatto nulla.
Dopo due settimane la sofferenza del ramo  si è interrotta e sono nate le prime gemme di foglie.

Talea di Brugmansia: dall’acqua al vaso.

Nel momento in cui le radici hanno iniziato a crescere, ma senza aspettare troppo tempo per evitare che le risorse d’acqua fossero insufficienti per nutrire la pianta, ho deciso che era ora di mettere a dimora nella terra la mia brugmansia.
Talea di Brugmansia: la formazione delle radici
Per mettere in vaso la mia brugmansia esattamente come vedi dalla foto, ho proceduto in questo modo.
Talea di Brugmansia: dall'acqua alla terra
  • Ho scelto uno dei tanti vasetti neri che accompagnano le piante acquistate al garden center e l’ho immerso in acqua bollente per eliminare il rischio di muffe e batteri.
  • Ho preso del terriccio di media pastosità, ovvero che non trattenesse troppa acqua, ma che nemmeno fosse troppo drenante: le brugmansie amano l’acqua.
  • Ho riempito il vasetto lasciando un buco in mezzo
  • Ho adagiato con molta delicatezza la brugmansia avendo cura di preservare le radici.
  • Ho ricoperto le radici con altro terriccio senza schiacciare.
  • Ho immerso il tutto, vaso e pianta in acqua fredda e ho lasciato sgocciolare in modo da favorire l’approvvigionamento idrico della pianta anche al fusto visto che ora le radici dovranno nutrirsi dall’acqua.
  • L’ho rimessa esattamente nel posto in cui era prima.

Talea di Brugmansia in inverno: il risultato finale

Il risultato finale è il seguente: eccola nel vaso sopra il termosifone, di fianco ad altre talee di Brugmansie in preparazione e a delle Orchidee.

Speriamo solo che la Brugmansia non soffra troppo a causa del trasloco. La brugmansia è una pianta veramente appariscente e molto bella: mi piacerebbe veramente riuscire a moltiplicarla.

Vi terrò informato.
Talea di Brugmansia: il vaso messo su un posto caldo per crescere in inverno in attesa della primavera.
enrico

About the Author

enrico

Nel lavoro mi occupo di social media, nel raro tempo libero come #socialmediadetox mi piace occuparmi di giardinaggio, cucina, cinema, meditazione orientale. Buddista peccatore, qui cerco di redimermi, quantomeno ci provo ?

Follow enrico:

Leave a Comment:

All fields with “*” are required

Leave a Comment:

All fields with “*” are required