Preghiere Tibetane sul terrazzo: e il giardinaggio si unisce alla meditazione

L’anno scorso volevo trasformare il mio terrazzo in un luogo di meditazione e armonia: per questo motivo ho inserito nel mio balcone delle Bandiere di Preghiera Tibetane.

Bandiere di Preghiera che sventolano in inverno

Questa foto è dell’inverno scorso, ma visto che pare che questa in questi giorni di novembre (2013) arriverà una ondata di gelo con neve persino in pianura ho pensato di riproporla ora.

Le Bandiere di preghiera sul mio terrazzo

Per me il giardinaggio è una forma di contemplazione e armonia con il qui e ora e l’essenza di ogni cosa ed è per questo motivo che sto trasformando il mio balcone in uno spazio di quiete e continuità.

[asa2 align=”center”]B01HWJBC26[/asa2]

L’aspetto meraviglioso delle Preghiere Tibetaneè che ti accompagnano con i loro significati simbolici in ogni momento dell’anno.

Preghiere Tibetane sul mio balcone

Le Preghiere Tibetane e la bellezza degli interminabili cicli della natura

Nella foto sopra le vedete nel mio balcone in autunno. Nelle immagine qui sotto le vedete nello stesso balcone fiorito in primavera.
Bandierine Tibetane sul mio terrazzo in primavera

Bandiere di preghiera tibetane: il significato

Per parlare dei significati simbolici delle Preghiere Tibetane, ho deciso di chiedere aiuto a Erica Borgaro, autrice di questo blog ed appassionata di Etnico Orientale.

Bandiere di Preghiera Tibetane su Diwali Store

Preghiere Tibetane: quando la terra si unisce al cielo

Le bandiere di preghiera tibetane sono un particolare oggetto di culto molto diffuso nel mondo buddista.
Sono preghiere che vengono scritte su stoffe colorate, unite insieme ed esposte all’aperto affinché giungano al cielo.

Le bandiere di preghiera veicolano messaggi universali di pace, di compassione, forza interiore e speranza.

Per questo motivo troviamo le Preghiere Tibetane ambientate in spazi aperti, come templi e luoghi sacri, città fino alle cime delle montagne.

Bandiere di Preghiera. Foto di Raffaele Brustia. Licenza Creative Commons

Le bandiere tibetane non devono durare, ma devono consumarsi nel diffondere la loro essenza.  Esse non terminano, ma si diffondono: per questo motivo non devono mai essere buttate via, ma semmai trasformate così come noi facciamo con il compost per creare nuova vita.

Tutto questo ha un aspetto simbolico importante soprattutto per noi che facciamo giardinaggio:

Le bandiere di preghiera tibetane si consumano nel vento e in questo modo diffondono il loro messaggio così come il polline e i semi vengono trasportati dal soffio del vento diffondendo in questo modo nuova vita.

Ogni elemento presente nelle Bandiere di Preghiera ha un proprio significato simbolico.

Su internet ci sono diverse fonti che spiegano i significati delle Bandiere di Preghiera. Una molto interessante è presente in questo articolo sul sito sangye.it.

Preghiere Tibetane: particolare di un mantra

Le bandiere di preghiera, il mantra Om e l’essenza del giardinaggio.

Bandierine di Preghiera TibetaneA me piace molto osservare le preghiere tibetane liberarsi nel vento tra le mie piante pensando al mantra Om Mani Padme Hum (e dall’insegnamento del Dalai Lama su questo mantra)

Questo mantra nei suoi significati ci indica che il Nirvana non va cercato al di fuori (nel mutevole “samsara”), ma è nell’essenza stessa di ogni cosa della quotidianità.

  • Oṃ rappresenta il principio universale , il suono che ha dato l’origine origine a tutte le cose.
  • Mani in sanscrito significa «Gioiello» ed indica l’essenza del Nirvana, il più prezioso dei tesori
  • Padme significa «loto» ed indica il Samsara, il mondo fenomenico;
  • Hūṃ è la sillaba che rappresenta la Sapienza che trionfa sull’odio, ed è utilizzata anche come simbolo di buon auspicio;

L’OM rappresenta l’armonia del silenzio, la musica dell’esistenza, così come le preghiere tibetane mentre si assottigliano e piano piano scompaiono nello spandere il loro messaggio e i loro significati di armonia attraverso l’alito del vento.

Ed è proprio questo suono senza musica, questa gioia del silenzio, nella quale ritrovare, recuperare, riscoprire e ri-conoscere la nostra armonia interiore e il nostro rapporto con la totalità.

Per me tutto questo lo riscopro nella essenza stessa del giardinaggio.

enrico

About the Author

enrico

Nel lavoro mi occupo di social media, nel raro tempo libero come #socialmediadetox mi piace occuparmi di giardinaggio, cucina, cinema, meditazione orientale. Buddista peccatore, qui cerco di redimermi, quantomeno ci provo ?

Follow enrico:

Leave a Comment:

All fields with “*” are required

Leave a Comment:

All fields with “*” are required