Terrazzi Fioriti e acquisto d’impulso: la Lavanda Selvatica Stoechas o stecade

Perdonate se non rispetto la regola del giardiniere che dice “Mai gli acquisti di impulso” per il tuo terrazzo fiorito.

Ma io non sono un giardiniere in quanto non ho un giardino. Ho un terrazzo e quindi come terrazziere o balconiere 😉 me lo posso permettere.

Ho comprato tre piantine di Lavanda Stoechas o stecade (chiamata anche Lavanda Selvatica) in un Billa della mia città per 3 Euro a piantina.

Lavanda stoechas

Erano tenute proprio maluccio (molto afflosciate e poco invitanti) poiché messe al buio. E mi sono detto: proviamoci.

Lavanda Selvatica o Stecade (stoechas): ideale per il miele e per gli insetti

Guardando Wikipedia sul mio smartphone mentre le stavo comprando (dopo capirai perché te lo dico) ho scoperto che la Lavanda Selvatica è un tipo di lavanda molto adatta alla produzione di miele.

Ha dei fiori molto belli e particolari che la rendono veramente attraente e decorativa per il balcone.

La cosa che mi ha colpito è stata l’attrazione immediata di bombi, api e insetti impollinatori nel momento in cui ho posizionato la mia Lavanda Stoechas sul terrazzo.
lavanda

Lavanda Stoechas:  il vaso e l’esposizione.

Siccome ho comprato tre piante di lavanda ho deciso di trapiantarne due in una vasca di medie dimensioni (oggi piove e non ho voglia di bagnarmi per misurarla, appena c’è il sole metto le misure).
La terza l’ho messa in un vaso rotondo da 40 cm.

Tutte le lavande sono esposte a sud e in luce piena e diretta, quasi bruciante.

Le lavande sono piante che hanno bisogno di poca acqua e molto sole. Per questo motivo se il tuo balcone è come il mio esposto a sud, sono piante veramente ottimali.

Lavanda Stoechas: il terriccio

Per il terriccio ho creato un mix molto solubile dato che le lavande detestano i ristagni. Ho usato un terriccio che avevo, misto a compost e il tutto mescolato con moltissima sabbia in modo da renderlo drenante.
Sul fondo ho messo un po’ di lapilli per evitare che si intoppassero i fori per il drenaggio.

In pratica ho fatto un 50% di terra + 50% di sabbia ben mescolata ottenendo in questo modo un terriccio molto drenante: se versi l’acqua essa scende subito.

La sabbia l’ho comprata in un negozio di materiali edili. Ne ho preso un sacco da 25 chili per 2,60 Euro dato che non avevano tagli più piccoli. Si tratta di sabbia fine di fiume che va benissimo.
Non ti preoccupare se ti sembra troppa. Alla fine la consumi come niente.
Ho aggiunto un po’ di torba di sfagno, ma non troppa poiché le lavande Stoechas vogliono un terriccio leggermente acido e ci ho aggiunto un po’ di guano e di stallatico sfarinato (non so se ho fatto bene, ma al momento le lavande mi sembrano in forma).

Lavanda Stoechas

Lavande, fiori, piante e acquisti di impulso: lo smartphone aiuta.

Alcune considerazioni finali su questo acquisto di impulso.

Io non vedo in malo modo gli acquisti di impulso. Se vedi qualcosa che ti piace e provi un irresistibile desiderio di acquisto fallo, ma a una condizione.

Comprati uno smartphone e quando sei al mercato, al supermercato e altro, prima di acquistare documentati.

E’ inutile prendere una pianta che adora l’ombra se il tuo terrazzo è al sole. La faresti solo soffrire inutilmente.

Tramite smartphone puoi cercare informazioni per capire immediatamente se la tua pianta è adatta a dove vorresti metterla. Nel caso delle mie tre Lavande Stoechas credo di avere fatto un buon lavoro.

enrico

About the Author

enrico

Nel lavoro mi occupo di social media, nel raro tempo libero come #socialmediadetox mi piace occuparmi di giardinaggio, cucina, cinema, meditazione orientale. Buddista peccatore, qui cerco di redimermi, quantomeno ci provo ?

Follow enrico:

Leave a Comment:

All fields with “*” are required

Leave a Comment:

All fields with “*” are required